Tumori a cellule germinali del cervello

Sono neoplasie poco frequenti nell’adulto, più tipiche dell’età infantile. Nell’adulto interessano spesso persone tra i 20 e i 30 anni. Possono insorgere in regione pineale o sovrasellare dando come sintomi principali cefalea e vomito da ipertensione endocranica o alterazione della vista. Dal punto di vista istologico vengono classificate in forme pure, non germinoni e forme miste.

Gli esami diagnostici consistono nella risonanza magnetica nucleare cerebrale e spinale con e senza mezzo di contrasto, la citologia del liquor cerebro-spinale, la ricerca di markers tumorali nel liquor e nel siero (AFP, LDH, B-HCG), l’ecografia testicolare e pelvica per diagnosi differenziale con germinomi testicolari. La diagnosi può avvalersi anche di una biopsia stereotassica.

Il trattamento si avvale di:

– radioterapia
– chemioterapia

Data l’estrema rarità di questa neoplasia, è molto importante che il paziente sia valutato in un centro oncologico specializzato nella cura e trattamento delle neoplasie cerebrali.

Fonti: Istituto Oncologico Veneto